Vai ai contenuti
STORIA : LE VICENDE DELL'ASSOCIAZIONE

VISITE GUIDATE AL PALAZZO D'AVALOS (EX CARCERE) DI PROCIDA






Il Palazzo è visitabile dal giovedì alla domenica negli orari 9.30 e 17 SOLO SU PRENOTAZIONE dal sitowww.comune.procida.na.it



Per info e prenotazioni gruppi telefonare al numero: 333 351 07 01

Le visite sono organizzate dalle associazioni Vivara, Pro Loco Procida e Indiefferenti, riunite in forma di partenariato.







ARTICOLI DI GIORNALI


Articolo di La Repubblica del 30 ottobre 2016


Il Golfo 12 novembre 2016



* * *

Il 9 marzo una troupe della Rai è venuta a far visita al Palazzo d'Avalos - ex carcere dell'isola di Procida, accolta da alcuni membri della nostra Associazione.
Presto alcune affascinanti immagini del Palazzo d'Avalos saranno trasmesse in due rubriche: BellItalia e Mezzogiorno Italia.

Se vuoi conoscere la storia di questo luogo dalle molteplici anime attraverso un emozionante percorso guidato, vienici a trovare.


* * *


6 maggio 2017


Provenienti per la maggior parte dalla penisola sorrentina, un gruppo di persone ha partecipato alla visita guidata lungo i borghi storici dell'isola di Procida e all'ex carcere di palazzo d'Avalos ora riaperto e divenuto meta turistica.
Successivamente ci si è recati nella nostra sede di villa Pagliara per la colazione.
Un grazie e tanti complimenti a tutti gli allievi delle scuole superiori, dislocati in vari punti dell'isola, che hanno accompagnato i visitatori, mostrando impegno e attenzione per il territorio nell'ambito della manifestazione O maggio a Procida.






3, 4 e 6 Gennaio 2018


“Un giorno di Natale a Palazzo d’Avalos" è il titolo di un'iniziativa organizzata a Procida a palazzo d'Avalos,l'ex carcere, voluta dall'amministrazione comunale e organizzata dalle tre associazioni isolane (Pro Loco, Indiefferenti e la nostra Vivara onlus) che si occupano anche delle visite guidate iniziate dopo la riapertura al pubblico di questo complesso cinquecentesco. Una "tre giorni" 3, 4 e 6 gennaio 2018 con programmi eterogenei e che ha avuto il suo culmine con il "banchetto regale" in costumi d'epoca. Il tutto nel quadro di una valorizzazione in corso dell'antico palazzo di Terra Murata.




Torna ai contenuti